Aridaje con la crisi

per ennesima volta cadde lo governo

prospettasi pasticcio elettorale

s’appropinqua altro duro inverno

di pagliacci in processione al quirinale

propongo inciucio con gente di sinistra

son ben accetti nani e ballerine

tanto cazzo mi frega chi amministra

vi toglierem persin le mutandine

gialli, rossi, buffoni e truffatori

ora si accalcano dal prode Mattarella

italiani, popolo di lavoratori

vi garantiam polpette e vita bella…

Ma io che sono un pò lungimirante

vi mando a fare in culo tutti quanti

rimpiango solo i tempi di Almirante

ora ci son solo merde maleodoranti

Lo spiritual santone

Fiumi di gente senza riferimento

si fa gabbar dal furbo paraguru

“tu chiedi al tuo cervello un bastimento,

credici e vedrai che ti spunterà dal…guru”.

Vieni da me, per me non ha segreti

mirabolante legge d’attrazione,

tu dammi sei centoni e poi ti veti

come ti cambia la vita, pecorone.

Studiai la truffa al par di Wanna Marchi

che ti facea pagar bicchiere di acqua e sale,

io organizzo convegno a Montevarchi,

ti truffo i soldi e rido da star male.

Cambiò sta cippa

All’ombra dei cipressi e dentro l’urne

il povero italian andò a votare

sfidò la pioggia in ore prenotturne

sperando in qualche modo migliorare

tremenda situazion di suo Paese

con candidati nani e ballerine

persone a dire poco craniolese

degni soltanto di lucidar latrine.

Fatti non foste a viver come bruti

ma per seguir virtute e conoscenza

Or ditemi, perchè deste li voti

a simil concentrato di demenza?

Lo candidato

O tu, c’a stento parli lo italiano,

che mai inanelli più di un par di verbi,

che dire “ho stato” neanche suona strano.

Mi spieghi perchè adesso ti riserbi

di presentarti con faccia da gran culo

cianciando di programmi roboanti

che il cittadin è tutto il tuo futuro?

Spero che in quello giorno siano in tanti

che invece di dar retta a tue cazzate,

tu che neanche in Belgio sei mai stato,

e aspiri solo a far soldi a palate,

vadano al mare e tu sia sodomizzato.

Pia illusion

Esto è periodo ove tutte le palestre

son assediate da siore poco snelle;

pensano illuse che in meno di un bimestre,

si rifaranno le chiappette belle.

Pedalan ore assise su cycletto

leggendo orrende riviste gossippare

così snelliscon solo l’intelletto

mentre il culon resta orrido a guardare.